Mostra Speciale 2021

150 anni della Ferrovia del Sud Villach-Fortezza

Il 20 novembre 1871, dopo un periodo di costruzione di 26 mesi, la linea Villach-Franzensfeste fu aperta al traffico pubblico 10 mesi prima del previsto. La Südbahn-Gesellschaft ha distribuito 20.000 gulden ai comuni per i “poveri lungo la linea ferroviaria”. L’inaugurazione è stata celebrata con una grande parata.

La valle e i distretti limitrofi di Lienz e Brunico hanno conosciuto una rapida ripresa economica: è fiorito il commercio del legname ed è stato potenziato anche il turismo . La ferrovia ha portato molti turisti e villeggianti, tanto che già negli anni ’70 e ’80 del XIX secolo si poteva parlare di vero e proprio turismo.

Le Dolomiti sono diventate improvvisamente note negli ambienti alpinistici. Di conseguenza, sono stati costruiti diversi hotel, tra cui i Südbahnhotels; infatti nel 1910 la Val Pusteria contava già 11.000 posti- letto turistici.

Oltre al rilancio dell’economia in molti settori, la ferrovia ha portato in Val Pusteria una professione finora inesistente: quella dei ferrovieri; la Südbahn impiegava 800 persone solo a Lienz, il che, supponendo tre familiari per dipendente, significa che 2.400 persone vivevano di ferrovia. Questo aumento ha reso necessario l’ampliamento e la costruzione di vecchie e nuove abitazioni, che si sono trasformate in interi insediamenti ferroviari. Molti lavoratori delle ferrovie hanno trovato lavoro nell’ unico deposito sopravvissuto della ferrovia meridionale, costruita per la manutenzione dei “cavalli a vapore”.

Mentre Lienz aveva 2.000 abitanti nel 1870, già 40 anni dopo erano diventati 6.000!

A partire dal 1953 le locomotive a vapore sono state gradualmente sostituite da locomotive diesel. L’esercizio delle locomotive a vapore terminò nel 1963 sulla linea Spittal-Innichen. Il 14 novembre 1971 si festeggiò il centenario della Pustertalbahn con un treno giubilare da Lienz a Franzensfeste. Da allora la linea è stata adattata alle moderne esigenz: nel 1991 è stata completata l’elettrificazione e inoltre, nel 2019-2021, numerose stazioni sono state ammodernate da ÖBB ed a Lienz, in collaborazione con la città – è stato creato il centro di mobilità (in fase di completamento).